Seguici su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

Sal Da Vinci - Carosone, L'Americano Di Napoli

Sal Da Vinci - Carosone, L'Americano Di Napoli
Carosone, l’americano di Napoli. Un musical post-vintage di Federico Vacalebre, Regia di Fabrizio Bancale Con Sal Da Vinci.

Produzione DianaOris, Nonsoleventi srl, Prospet.

Non un musical sulla vita dell’uomo che non voleva fare l’americano, ma lo sapeva fare come nessun altro, ma un musical su Carosone, un musical carosoniano, nello spirito e nella colonna sonora. Un musical per dire che non possiamo non dirci carosoniani. Un musical vintage, anzi post-vintage, verace e internazionale, retrò e contemporaneo. Il suono perfetto del trio e del sestetto di maestro Renato reso con calligrafica precisione e poi innervato di sound moderno, electroswing innanzitutto, ma anche rap, quasi a citare il Turturro di “Passione” che reputa l’artista di pianofortissimo come un antesignano della cultura hip hop. E poi tip tap, tango, i chiaroscuri dei night anni Cinquanta e le luci fluo-dark delle nostre notti.

In scena, innanzitutto le canzoni di Carosone, ma anche lui, anzi più di un Carosone: un Carosone, attore, Sal Da Vinci forse alla prova della sua vita dopo anni di successi teatrali e canori, un altro Carosone, quello dei reperti di archivio, un altro Carosone ancora, che ha miracolosamente il volto e le movenze dell’originale ma la voce del suo alias Da Vinci. Uno show multimediale, tecnologico, in 3D, con testimonial vip pronti a fare irruzione nella trama e nel racconto, con band dal vivo, arrangiamenti sorprendenti eppure fedelissimi, ballerine che incarnano l’immaginario delle maggiorate anni Cinquanta, pronte a ballare come novelle Maruzzelle, come perfette mammifere modello 103. Già perché in scena, con i fondamentali complici carosoniani Gegè Di Giacomo e Peter Van Wood, troveremo anche Fred Buscaglione, l’altra faccia di una colonna sonora che provò a cambiare la musica che ci girava intorno in Italia, con ritmo, ironia, senso dello spettacolo. Il duetto Carosone-Buscaglione e altri incontri inattesi saranno tra i momenti clou di un allestimento orgogliosamente innovativo, diverso, con le radici nel passato e lo sguardo nel futuro, consapevole di quanto sia preziosa la materia trattata.

Uno show giovane, nel cast, nelle professionalità, nella regia. Uno show doc, a cominciare dalla firma dell’autore, biografo ufficiale di Carosone e fondatore del Premio Carosone. Uno show sfida, che tiene insieme diverse sigle produttive per lanciare, da Napoli, uno spettacolo destinato a un lungo tour, ad approdi discografici e televisivi, a operazioni in rete e non solo sul palco.

Le scenografie in movimento nasceranno da flashmob imponenti, useranno tecniche insieme cinematografiche ma anche promozionali, costruendo uno spettacolo sin d’ora work in progress: i provini aperti, e lanciati con spot video, continueranno alla ricerca del perfetto corpo di ballo dopo aver scoperto il nostro Gegè, il nostro Peter, il nostro Fred…

Un work in progress che procederà pubblicamente in piazze e magari anche su palcoscenici estivi, tra anteprime e sorprese. Chi affiancherà Sal Da Vinci? Chi è il nostro Di Giacomo, la nostra Maruzzella, il nostro Buscaglione? Restate sintonizzati, le risposte sono in arrivo, sulle note di un pianoforte napoamericano. CantaNapoli, Napoli carosoniana, Napoli internazionale, Napoli che non passa mai di moda.
Giorgio Cipressi (Comunicazione Globale)
10-06-2013
Condividi su Condividi su Facebook Condividi su Twitter

News Correlate

SAL DA VINCI
Giorgio Cipressi (Comunicazione Globale)
14-05-2014
SAL DA VINCI
Giorgio Cipressi (Comunicazione Globale)
24-03-2014
SAL DA VINCI
Giorgio Cipressi (Comunicazione Globale)
24-04-2013



Torna Indietro