Seguici su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

Porcelain Black - One Woman Army (Radio Date: 04-04-2014)

Porcelain Black - One Woman Army (Radio Date: 04-04-2014)
Emergendo da una lunga sessione di studio Porcelain Black schiva il sole, spostandosi tra le ombre. Raggiante e cupo sembrano seguire la cantante ovunque lei vada e lei ama questa cosa. “Ogni cosa che faccio è un mix di luce e buio” dice “I contrasti rappresentano la mia musica e la mia personalità”.

Fondendo incisive radici rock con i caldi pulsanti battiti delle produzioni di RedOne, (Usher, U2; Jennifer Lopez, Enrique Iglesias, Pitbull, Nicki Minaj) Black ha creato un suono che potrebbe essere paragonato all'aspirante discendenza di Marilyn Manson e Britney Spears. “È industriale, nero, ballabile, pop” lei dice. “Bad ass e positivo!”.

Visitando gli studi di RedOne, l'atmosfera e la voce epica di Porcelain Black hanno un impatto istantaneo. “Ho voluto farla firmare subito.” ricorda RedOne. “Mi ricorda Joan Jett. Ha tutto ciò che serve: l'attitudine, il talento, l'immagine. Può urlare e fare cose con la sua voce che nessun altro può fare. Non è compromettibile nel seguire la sua visione di creatività. Prende qualsiasi cosa di vecchio e lo trasforma in futuristico portando il Rock and Roll di nuovo sulla sua strada”.

Ora sotto contratto con RedOne Records, l'ultimo singolo di Black “One Woman Army” è stato preparato per fare rumore e far cantare e ballare la gente. Dopo la separazione dei suoi genitori quando lei aveva 6 anni, la madre di Black si è risposata, conducendo un tipo di vita ritagliato. “Mia madre voleva che io mi inserissi in questo modo di vivere” ricorda. “Mi faceva sentire corrotta.”. A 15 anni Black scoprì che suo padre aveva il cancro e fu cacciata da due scuole superiori nel giro di tre mesi. “Non mi inserivo mai,” dice “mio padre stava morendo di cancro e le persone mi trattavano come una merda. Ero una solitaria.” All'età di 16 anni suo padre morì, ma non prima di lasciare un incisivo segno musicale sulla figlia. “Il mio primo concerto è stato quello degli ACDC con mio padre” ricorda. “Noi ascoltavamo insieme i Led Zeppelin, David Bowie e Jimi Hendrix.”
Marco Stanzani (Red & Blue)
01-04-2014
Condividi su Condividi su Facebook Condividi su Twitter

News Correlate

PORCELAIN BLACK
Marco Stanzani (Red & Blue)
01-04-2014



Torna Indietro
CHI SIAMO | SERVIZI | PUBBLICITÀ