Seguici su Seguici su Facebook Seguici su Twitter

Davide Van De Sfroos - Ninna nanna del contrabbandiere (Radio Date: 27-11-2015)

Davide Van De Sfroos - Ninna nanna del contrabbandiere (Radio Date: 27-11-2015)
DAVIDE VAN DE SFROOS

IL PRIMO SINGOLO ESTRATTO È
“NINNA NANNA DEL CONTRABBANDIERE”

L’intima preghiera universale riarrangiata per orchestra sinfonica


Da venerdì 27 novembre sarà in rotazione radiofonica “Ninna nanna del contrabbandiere”, primo singolo estratto dal nuovo album di Davide Van De Sfroos “Synfuniia” che uscirà il 4 dicembre e conterrà 14 brani storici del cantautore comasco, riarrangiati dal M° Vito Lo Re per la Bulgarian National Radio Simphony Orchestra.

“Ninna nanna del contrabbandiere” è una preghiera universale, storica ballata del cantautore comasco, che racconta: «Trasformo una ninna nanna di confine in una sorta di delicata e intimissima preghiera universale, dove la simbologia del contrabbandiere con il sacco in spalla che attraversa la notte e il monte per portare il suo peso oltre la frontiera, si fonde con quella del peso della croce di Gesù e di conseguenza con quella di ogni uomo nei suoi sforzi quotidiani sulla pista alterna della vita stessa. Ascoltando da ragazzo la storia di mia madre, che andava a volte a dormire da una sua amica la quale aveva il padre che di notte si svegliava e partiva con un misterioso abbigliamento, rimanevo colpito dalla figura della madre ovvero della moglie del contrabbandiere che guardandolo andare dai vetri della finestra, mormorava una sua preghiera, la stessa che avrebbe detto la moglie di un finanziere»

Davide Bernasconi, in arte Davide Van De Sfroos, è un cantautore e scrittore nato a Monza e cresciuto sul Lago di Como, il cui nome d’arte rappresenta una tipica espressione del dialetto tremezzino (o laghée) traducibile con "vanno di frodo". In quindici anni di carriera musicale solista, ha pubblicato sei album di inediti, ha recentemente ricevuto il Premio Maria Carta e ha vinto due volte il Premio Tenco: come “Miglior autore emergente” nel 1999 e come “Migliore album in dialetto” nel 2002. Si è classificato quarto alla 61ª edizione del Festival di Sanremo con “Yanez”, brano scritto e cantato in dialetto tremezzino che ha dato il nome al quinto album, il cui successo ha fatto registrare il secondo sold out al Mediolanum Forum di Assago. L’ultimo disco di inediti è “Goga e Magoga”, che è arrivato al secondo posto della classifica FIMI/GfK degli album più venduti in Italia.
Simona Leri (Universal)
26-11-2015
Condividi su Condividi su Facebook Condividi su Twitter

News Correlate




Torna Indietro
CHI SIAMO | SERVIZI | PUBBLICITÀ